Digiuno di Quaresima per la Giustizia Climatica

Dal 18 Febbraio al 2 Aprile, periodo della Quaresima 2015,  organizzeremo un digiuno globale a favore della giustizia climatica, unendoci così all’iniziativa interreligiosa #FastForTheClimate (Digiuno per il Clima), della durata di un intero anno. In ognuno dei 40 giorni della quaresima saranno chiamati a digiunare i Cattolici e gli altri Cristiani di un determinato paese. Per maggiori dettagli  fare riferimento al documento “A Call for a Fast” (in inglese) e ai sussidi che compaiono alla fine di questa pagina.

PERCHE?
La Quaresima è il tempo in cui ricordiamo i 40 giorni che Gesù ha trascorso digiunando nel deserto, e durante il quale siamo invitati a riflettere, a pentirci, a digiunare , e ad ascoltare Dio. Nel suo recente messaggio per la Quaresima, Papa Francesco ha affermato che “La Quaresima è un tempo di rinnovamento per tutta la Chiesa, per ogni comunità e ogni credente”. La nostra proposta è che in questa Quaresima si preghi e si digiuni per il rinnovamento del nostro rapporto con il creato e con i nostri fratelli e le sorelle che vivono in povertà e che già soffrono gli effetti dei cambiamenti climatici causati dall’uomo. E, oltre a essere solidali con le vittime dei cambiamenti climatici, invitiamo i nostri leader politici a impegnarsi in azioni incisive a favore del clima per risolvere con urgenza questa crisi e per mantenere l’aumento della temperatura globale al di sotto di 1,5 grado Celsius (rispetto ai livelli preindustriali).

55 paesi confermati finora! Date e dettagli

Sussidi per preparare il vostro digiuno:

Avviso importante: se avete intenzione di prendere parte al digiuno (per “digiuno” intendiamo l’ astensione dal cibo durante una intera giornata, o almeno per un pasto) vi preghiamo di ricordarvi di bere molti liquidi e, nel caso accusiate vertigini, debolezza o capogiri, di mangiare subito qualcosa. Si consiglia di non aderire al digiuno se si è incinta, se si è di età inferiore ai 12 anni , se si è diabetici o se si soffre di disturbi alimentare. In caso di dubbio e prima di aderire alla proposta è bene consultate il vostro medico curante.



LIKE US

FOLLOW US