‘Qualcosa di grande’: Sofía Velasco, si prende cura del creato come volontaria in Ecuador

Giugno 4, 2021

In questo spazio vogliamo condividere con voi esperienze di vita e di conversione ecologica, accompagnate da personalità che stanno facendo la differenza in modo significativo nella loro comunità e che con fede e speranza rinnovano il loro amore per la cura del creato nelle loro azioni quotidiane.

Vogliamo farti conoscere Sofía Velasco, una ragazza ecuadoriana che ama la natura: è sociologa e avvocato, ha da poco conseguito il master in gestione e politiche di sviluppo presso la Georgetown University. Professionalmente, lavora per un’azienda che crea soluzioni sostenibili per il settore agricolo nel suo paese ed è una volontaria attiva nel Movimento Cattolico Mondiale per il Clima.

Sofía descrive la sua esperienza come volontaria presso il GCCM come “qualcosa di grande: caotico ma incredibilmente soddisfacente”; ha avuto l’opportunità di incontrare e lavorare al fianco di organizzazioni e attivisti. “Questa è diventata un’esperienza molto soddisfacente che probabilmente non avrei mai vissuto in nessun’altra organizzazione”, ha detto Sofía in un’intervista.

Entrare a far parte degli Animatori Laudato Si´,oltre ad aiutarla a ispirare la sua comunità e a prendersi cura del creato, le ha permesso di contribuire ad un progetto locale guidato da suor Marianita Lluguisupa, dell’Ordine della Provvidenza, atto a  superare alcuni conflitti e aiutare la comunità.

Il coinvolgimento in questo progetto le ha insegnato ad ascoltare e avere pazienza, e, alla fine, i conflitti sono stati risolti con l’aiuto di Dio.

Per Sofía c’è un prima e un dopo GCCM, poiché ha imparato che ci sono molti modi di lavorare per l’ambiente, o di mettere in pratica la Laudato Si’ e le azioni che le persone intraprendono, che hanno un grande valore.

Con l’idea di condividere la sua esperienza con gli altri, Sofía pensa che al GCCM si possa conoscere il grande impatto che i cattolici hanno nel prendersi cura della nostra casa comune e si possa imparare come generare un impatto anche se non si è cattolici.

Come volontaria ha fatto finora tutto ciò  che farebbe nel lavoro dei suoi sogni, “Vorrei aver conosciuto il GCCM prima, perché l’esperienza che sto facendo ora avrebbe potuto essermi d’aiuto all’inizio della mia carriera”.

Sofía crede che i valori più importanti per il volontariato siano la cura, il rispetto e il servizio, valori con cui si identifica. Un’altra esperienza di volontariato che sogna di  fare è con Dorothy Day per promuovere la sua ricerca di giustizia sociale illuminata dal cattolicesimo, totalmente aggregante e che risveglia il desiderio di fare di più e di rendere il mondo un posto migliore e più giusto.