Lottare per l’Amazzonia con la Laudato Si’

Luglio 16, 2020

Joce Mendes

Per Joce Mendes del Brasile, la Laudato Si’ non rappresenta solamente una guida per il futuro. L’enciclica di papa Francesco sui cambiamenti climatici e sull’ecologia, che cambia il mondo, rappresenta un modo per trasformare il nostro mondo da come lo conosciamo adesso.

“[La Laudato Si ‘] è la speranza di poter sognare un nuovo paradiso e una nuova terra, per trasformarci in nuove donne e uomini”, lei afferma.

“Possiamo riparare i nostri atteggiamenti, ricreare pensieri e azioni, specialmente per quanto riguarda il nostro modo di vivere sul pianeta. [Possiamo] essere un modello per coloro che ancora non sanno da dove cominciare a prendersi cura di ciò che il Creatore ci ha lasciato ”.

Nello stato brasiliano dell’Amazzonia, Joce lavora come educatrice d’arte per l’Uatê, che ha un’identità indigena e amazzonica. Inoltre, allestisce mostre e dirige una compagnia teatrale.

Per completare la sua formazione da Animatore Laudato Si’, ha usato tutte le sue abilità per attirare l’attenzione sulla sua amata Amazzonia. Si è esibita e ha contribuito a creare un video teatrale di 24 minuti che diffonde il messaggio di speranza e cura del creato dell’Enciclica.

“[La Laudato Si ‘] ci  mostra che dobbiamo occuparci di ciò che il Creatore ha creato “, lei sostiene.

Non è sola nell’amare questa vivificante foresta pluviale. A febbraio, papa Francesco ha pubblicato “Querida Amazzonia”, la sua risposta al sinodo dei vescovi sull’Amazzonia nella quale viene evidenziato il ruolo degli indigeni come custodi del creato.

“Le imprese, nazionali o internazionali, che danneggiano l’Amazzonia e non rispettano il diritto dei popoli originali. . . dovrebbero essere chiamate per quello che commettono in realtà: ingiustizia e criminalità “, lei scrive.

Gli incendi in Amazzonia sono aumentati negli ultimi anni, devastando una biodiversità insostituibile e rilasciando carbonio nell’atmosfera, catturato dagli alberi.

Secondo i dati del governo, il mese scorso, il numero di incendi nell’Amazzonia brasiliana è aumentato del 20 percento rispetto a un anno fa e ha raggiunto, in un mese, il massimo livello degli ultimi 13 anni.

Gli allevatori hanno invaso illegalmente la terra protetta dalle comunità indigene, dando fuoco per distruggere la foresta per il bestiame.

Tale deforestazione è aumentata sotto il presidente del Brasile Jair Bolsonaro, che ha paragonato gli indigeni agli animali e, senza prove, ha affermato che le ONG sono responsabili degli incendi.

Ma Joce ha cercato di sensibilizzare l’Amazzonia all’inizio di quest’anno, quindi si è iscritta al corso di formazione per diventare un Animatore di Laudato Si’, campione dell’azione cattolica sui cambiamenti climatici.

Per sei settimane, lei e migliaia di compagni di classe in tutto il mondo si sono riuniti con cadenza settimanale tramite incontri su Zoom per connettersi e conoscere la Laudato Si’ e le cause profonde dei cambiamenti climatici.

Vuoi diventare un campione dell’azione cattolica sui cambiamenti climatici?
Il prossimo corso di formazione per Animatori Laudato Si’ inizia il 29 Luglio. Iscriviti subito!

Gli animatori hanno appreso da esperti mondiali e condiviso le loro opinioni sulle letture e sui video assegnati. Come movimento mondiale attento al creato, gli animatori hanno concluso il programma con un progetto finale che ha cambiato la loro comunità.

“Per me, [la Laudato Si ‘] rappresenta una mobilitazione interna ed esterna per un nuovo incanto della nostra casa comune, l’ascolto dell’Amazzonia, delle creature e, soprattutto, rappresenta il grido di Dio per la Madre Terra”, ha affermato .

Joce ha terminato il programma a giugno, ma il prossimo corso di formazione per Animatori Laudato Si’ inizia il 29 luglio. Apporta un cambiamento alla tua comunità: iscriviti oggi stesso per diventare Animatore!