La Laudato si’ di Papa Francesco ‘mostra l’interconnessione di tutto’

Dicembre 18, 2020

Suzi Moreira interviene a un evento post-Sinodo sull’Amazzonia nel 2019. E’ un’animatrice Laudato Si’ e sta per terminare il suo master in Brasile.

Suzi Moreira, brasiliana, frequentava l’ultimo anno di liceo e si sentiva confusa. Era  o no una devota cattolica che doveva prendersi cura del creato di Dio?

D’altronde, è cresciuta in una famiglia fortemente cattolica, figlia di genitori che  “si preoccupavano di avere una relazione personale con Dio, non solo andando in chiesa ogni domenica, ma riuscendo a capire come lo Spirito Santo sia capace di parlare ai nostri cuori e come Dio si rivelerà a noi nel Vangelo”.

La sua famiglia, composta da sei persone, si recava regolarmente anche in una fattoria nella parte nord-orientale della foresta pluviale amazzonica per avere “un contatto personale” con il creato, dice Suzi.

Ma d’altra parte, era solo un’adolescente con i capelli blu che amava comportarsi come un’adolescente.

“Sapevo di essere molto diversa perché ho sempre avuto una fede cattolica molto solida, pur essendo una come giovane ragazza con i capelli blu, davvero eccentrica”, racconta sull’ultimo episodio del podcast del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima.

Ascolta il podcast del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima

Suzi parla anche del percorso che l’ha portata a diventare un’ Animatrice Laudato Si’, a lavorare come traduttrice presso il Movimento Cattolico Mondiale per il Clima e a stare per conseguire un master in teologia presso la Pontificia Università Cattolica di Rio de Janeiro, in Brasile.

Attualmente sta terminando la tesi di laurea su come il corpo sia la spina dorsale della teologia in America Latina.

“Ero molto preoccupata all’idea di dover scegliere un percorso dopo la scuola solo per andare avanti nella vita. Non volevo scegliere una carriera, una laurea solo per inserirmi nel sistema della società. Volevo fare qualcosa che desse un senso alla mia vita, che non semplicemente fosse una questione di soldi “, afferma.

Durante i suoi studi universitari in teologia, Papa Francesco l’ha aiutata a chiarire il suo percorso con la pubblicazione della  Laudato si’.

“Più leggevo l’enciclica durante il mio corso di teologia, più mi rendevo conto di come essa si collegava alla mia vita e al modo in cui sono cresciuta e in cui i miei genitori mi hanno aiutato a vedere il dono del creato come parte della rivelazione dell’amore di Dio e di questa chiamata intrinseca della vita cristiana a prendersene cura”, afferma.

“Mi ha fatto capire che parte della mia missione in teologia è contribuire a rendere visibile questa cura per il creato come fulcro del nostro essere discepoli di Cristo”.

Suzi racconta  anche il motivo per cui ha sentito il bisogno di tornare in Brasile, dopo essere cresciuta per  il mondo a causa  lavoro di suo padre con la PetroBras, una compagnia petrolifera brasiliana.

“Ho una chiamata teologica a cui devo assolutamente rispondere”, ricorda di aver pensato.


Vuoi scoprire subito quando uscirà il prossimo episodio del podcast del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima?
Compila questo breve modulo, e ti invieremo un’email non appena sarà disponibile il nuovo episodio. Clicca qui per compilare il modulo. Ci vogliono solo 30 secondi.

Guarda il podcast GCCM qui di seguito