Il viaggio continua

Dicembre 18, 2018

Nel pellegrinaggio

Il Pellegrinaggio Cattolico per il Clima ha completato il suo viaggio di 1.500 chilometri, i pellegrini hanno attraversato il sole, la pioggia e la neve, prati e cime montuose, dalle città costiere alle città storiche. Partendo da Piazza San Pietro, i pellegrini hanno camminato per tre mesi a Katowice, in Polonia, sede della COP 24 di quest’anno. I pellegrini sono arrivati alla fine del loro percorso, ma il viaggio è tutt’altro che finito.

Benvenuta dei pellegrini alla Messa internazionale

Guidati da Yeb Saño, i sopravvissuti del tifone Haiyan, che ha ucciso migliaia di persone ed è stato collegato al cambiamento climatico, attraverso il pellegrinaggio hanno condiviso un messaggio personale di testimonianza. I pellegrini sono stati accolti dai leader politici e religiosi lungo il suo viaggio.

  • Loro hanno parlato con il presidente dell’Austria, Alexander Van der Bellen, chi li ha accompagnati nel loro percorso mentre entravano nella città di Vienna. A Katowice hanno presentato i nastri di preghiera raccolti durante il loro viaggio alla Segretaria Esecutiva dell’UNFCC Patricia Espinosa.
  • Loro hanno avuto l’opportunità di condividere una conferenza stampa con il ministro dell’ambiente italiano Sergio Costa, e discutere le questioni climatiche con un rappresentante di un’agenzia per l’ambiente sloveno, Mojca Dolnar.
  • Loro hanno ricevuto una speciale benedizione dall’Arcivescovo Crepaldi a Trieste, e sono stati accolti dall’arcivescovo Skworc in una messa internazionale durante la COP 24.

Pellegrini con la leader dell’UNFCCC Patricia Espinosa

Il suo viaggio ha preso l’attenzione delle udienze nazionali e internazionali. I pellegrini hanno condiviso le loro storie nelle interviste con i giornali, programmi radiofonici, podcast e telegiornali. In tutto il mondo, molti giornali hanno coperto la storia, dal New York Times al Vatican News e il più grande talk show mattutino della Polonia. Il pellegrinaggio è risuonato anche sui social media, dal post su instagram di Leonardo DiCaprio al tweet de Patricia Espinosa. Un’intervista con la pellegrina Joana Sustento è stata trasmessa in diretta dall’UNFCCC, e l’appassionato discorso di AG Saño alla marcia per il clima della COP 24 è stato registrato in video.

Benvenuta dall’Arcivescovo

I pellegrini erano supportati da un’incredibile rete di comunità, scuole, parrocchie e persone. Erano pieni di ospitalità ovunque andassero, dalle cattedrali d’Italia alle case delle loro famiglie ospitanti in Polonia. Le loro esperienze di benvenuto hanno mostrato un desiderio condiviso di prendersi cura gli uni degli altri e la nostra casa comune, un desiderio che trascende la lingua, la cultura e la cittadinanza.

Cena con pellegrini e ospiti

I pellegrini hanno fatto un arrivo molto emotivo a Katowice, hanno camminato per le strade della città, portando le preghiere raccolte durante il loro viaggio. Hanno anche ricordato il loro compagno di pellegrinaggio, Alan Burns, il cui trapasso repentino in Slovenia ha dato un significato maggiore alla loro missione, mentre percorrevano il resto del viaggio in suo onore, portando le sue scarpe fino a Katowice.

Albert Burns nel pellegrinaggio

I loro giorni alla COP 24 erano pieni di eventi come raduni, conferenze sul clima e interviste. I pellegrini hanno condiviso storie e idee con altri sostenitori del clima, pellegrini e gruppi religiosi, tutti uniti dal desiderio di trovare soluzioni alla crisi climatica.

pellegrini sul sentiero

Jane Mellett ha riassunto lo spirito del loro viaggio quando ha detto alla sua compagna del pellegrinaggio Joana Sustento, “Porterò la tua storia nel mio lavoro e nella mia vita per sempre.” Il Pellegrinaggio per il Clima ha finito e i pellegrini hanno portato il grido del creato attraverso 1.500 chilometri, sei paesi e 70 città. Ma per i pellegrini e per tutti chi condividono la loro missione, il viaggio continuerà anche quando termina il Pellegrinaggio per il Clima. Non stanchiare di camminare insieme, portando la richiesta di giustizia climatica nei nostri cuori e nelle nostre vite.

murale fatto dai pellegrini per il clima